Cause e Sintomi

Cause e Sintomi della Parodontite o Piorrea

Le malattie che colpiscono il parodonto sono per di più di natura infiammatoria e causate da infezioni batteriche, scarsa igiene dentale, tartaro, lesioni, difetti di superfici contigue e placca batterica: in circa un millimetro di placca sono presenti oltre duecento milioni di batteri capaci di innescare fastidiose infiammazioni gengivali con possibile conseguente perdita di denti.

Tra gli altri fattori di rischio si annovera il fattore ereditario (i figli di quanti sono colpiti da piorrea o parodontite hanno maggiore probabilità di contrarla) e l'abitudine al fumo, nocivo nei confronti dei tessuti gengivali e ossei responsabili del sostegno dei denti.

Se la parte colpita da parodontite o piorrea colpisce l'apice del dente è detta apicale mentre quella cronica si estende fino alle gengive.

Uno dei primi sintomi della piorrea è l'infiammazione delle gengive che iniziano a sanguinare nel corso della masticazione di alimenti poco morbidi o della pulizia dei denti. In taluni casi le gengive appaiono tumefatte e maggiormente sensibili al tocco dello spazzolino. I denti, inoltre, si mostrano allungati a causa della retrazione delle gengive.

E' bene affidarsi al parere di un esperto in grado di diagnosticare il problema, di ricondurne le cause e di agire prontamente alla cura. Il paziente, però, ha il dovere di intervenire in prima persona occupandosi dell'igiene e della cura dei denti effettuando periodici controlli preventivi.